Visita ai laboratori dell’ITM

I piccoli scolaretti della III A dell'Istituto Comprensivo Statale, Scuola Primaria Luzzi Centro, accompagnati dalla maestra Maria Carmela Russo, hanno visitato i laboratori dell’Istituto per la Tecnologia delle Membrane.

Il 26 Febbraio 2014 abbiamo visitato i laboratori dell’Istituto per la Tecnologia delle Membrane.

 

Questo istituto, afferente al Consiglio Nazionale delle Ricerche, ha sede nell’Università degli Studi della Calabria ed è stato fondato nei primi anni ’90 dal Prof. Enrico Drioli, all’epoca Prof. Ordinario di Chimica.

 

Siamo stati accolti dalla dottoressa Lidietta Giorno, attuale Direttore dell’Istituto, la quale ci ha accompagnato in un’aula e e ci ha mostrato un filmato che spiegava la missione dell’istituto.

Quest’ultimo si prefigge di sviluppare membrane sintetiche da utilizzare come sistemi alternativi a processi tradizionali di trattamento delle acque, di separazioni in fase liquida e gassosa, in reazioni enzimatiche ed in applicazioni biomedicali.

 

Abbiamo avuto la fortuna di conoscere ospiti e studenti provenienti da altri paesi come la Corea del Sud, l’Iran, la Cina, l’India ed il Kosovo.

 

Subito dopo abbiamo conosciuto la dottoressa Laura Donato che ci ha parlato delle reazioni chimiche e del potere acido e basico delle sostanze.

La dottoressa, ci ha spiegato che le sostanze, in opportune condizioni, reagiscono dando origine a nuove sostanze. Ad esempio, lei ci ha mostrato che aggiungendo dell’aceto ad un recipiente contenente bicarbonato di sodio si forma un sale, acqua e anidride carbonica.

 

 

La formazione dell’anidride carbonica è stata evidenziata dalla formazione di tante bollicine nel recipiente e dal rigonfiamento di un palloncino posto all’estremità del recipiente.

 

Le proprietà acide e basiche delle sostanze possono essere messe in evidenza dall’uso di cartine al tornasole. In presenza di sostanze acide la cartina assumerà un colore rosso e blu in presenza di sostanze basiche.

 

Abbiamo incontrato anche la dottoressa Catia Algieri, mamma di Anna Scarpelli, una nostra compagna di classe, la quale ci ha spiegato che le membrane preparate in laboratorio permettono, come quelle naturali, di separare le sostanze. Inoltre, la dr.ssa ci ha mostrato come si prepara in laboratorio una membrana piana.

 

Il dottor Angelo Garofalo ci ha poi illustrato il processo di filtrazione dell’acqua utilizzando una membrana tubolare.

 

La dottoressa Maria Concetta Carnevale ci ha parlato del processo di purificazione delle acque prodotte nei frantoi. Abbiamo visto, quasi come per magia, che dell’acqua sporca veniva purificata facendola passare attraverso le membrane.

 

Noi bimbi sappiamo che i succhi di frutta contengono le vitamine. La dottoressa Carmela Conidi, comunque, ci ha dato una preziosa informazione, cioè che i succhi acquistati al supermercato contengono una piccolissima quantità di vitamine.

 

Al contrario, i succhi ottenuti dalla spremitura della frutta fresca e quelli purificati utilizzando le membrane contengono un’elevata quantità di vitamine.

 

 

Infine, il dottor Alfredo Cassano ci ha parlato dei processi a membrana che permettono di purificare i succhi di frutta.

 

 

Questa esperienza ci ha fatto capire l’importanza della ricerca scientifica per il miglioramento della qualità della vita degli esseri umani.

Grazie a tutti voi.

scolaretti digitali.jimdo.com
scolarettidigitali2.jimdo.com